I Borghi più belli europei ricevuti al Parlamento Europeo

logoborghipiu2

Il 28 marzo si è tenuto a Bruxelles presso la sala ASP 5G1 del Parlamento Europeo l’evento di presentazione dell’Associazione de I Borghi più belli d’Italia e delle analoghe associazioni di Francia, Vallonia, Spagna, Sassonia e Romania, evento organizzato grazie all’On. Silvia Costa, Coordinatore del Gruppo S&D alla Commissione Cultura del Parlamento Europeo.  L’evento ha avuto l’obiettivo di portare a conoscenza dei parlamentari europei della Commissione Cultura la realtà delle associazioni dei Borghi più belli dei Paesi dove esse sono già una realtà consolidata. La prima associazione ad essere creata è stata quella francese, Les plus beaux Villages de France, nata nel 1982. A seguire nacquero quella vallone, Les plus beaux Villages de Wallonie, e quella italiana, I borghi più belli d’Italia.Altre associazioni di altri paesi stanno consolidando i loro network, come Los Pueblos mas bonitos de Espana per la Spagna, Sachsens schÖnste DÖrfer per la Sassonia (Germania) e i Borghi più belli di Romania. L’incontro è stato molto interessante e proficuo, sia per la possibilità data alle associazioni di presentarsi ed interfacciarsi con i membri del Parlamento Europeo al fine di creare una rete europea dei Borghi più belli dei vari Paesi dell’Unione, sia per l’importanza del confronto e della condivisione delle buone pratiche esposte. “Il moltiplicarsi nei diversi Paesi europei delle Associazioni dedicate ai Borghi piu belli – ha dichiarato l’On. Silvia Costa – dimostra concretamente come stia crescendo la dimensione internazionale della cooperazione culturale. Anche su questo fronte si misura la competitività e la sostenibilità di città e regioni che puntano su cultura, innovazione e creatività. In Commissione Cultura abbiamo posto le basi per far fare all’Europa significativi passi avanti nella promozione di un approccio integrato tra diversi comparti, ma anche tra livelli locali ed europei. Ora serve la concreta messa a confronto di modelli di governance partecipata e di cofinanziamento pubblico/privato. I Borghi più belli sono un biglietto da visita eccellente in grado di valorizzare il patrimonio culturale e la sua messa in rete, un modello di successo e di promozione della cultura che va preso ad esempio come prassi virtuosa”. “Grazie al sostegno dell’On. Silvia Costa” dichiara Fiorello Primi, Presidente de I Borghi più belli d’Italia “è stato possibile organizzare questo evento che ha l’obiettivo di presentare le associazioni de I Borghi più belli già costituite in Europa al fine di sensibilizzare i Paesi che ancora non hanno un’associazione analoga a intraprendere il percorso che porti alla sua creazione. E’ nostro dovere fornire tutto il supporto necessario ai Paesi che vorranno farlo in modo tutti o quasi i Paesi della Comunità Europea abbiano la loro associazione de I Borghi più belli di… , per far sì che l’Europa conquisti il primato di destinazione turistica più importante al mondo. Inoltre l’evento odierno assume ancora più significato se si considera che il 2017 è stato decretato dal Mibact “Anno dei borghi”.