Chi siamo

Res Tipica è l’Associazione costituita dall’ANCI (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) e dalle Associazioni Nazionali delle Città di Identità per la promozione e la valorizzazione del patrimonio enogastronimico, ambientale, culturale e turistico dei Comuni aderenti. Res Tipica vuole valorizzare la cultura dei nostri territori, per far conoscere in Italia e nel mondo la ricchezza di paesaggi, saperi e sapori che caratterizza il nostro Paese.

.

“LAssociazione si propone di salvaguardare e tutelare lenorme patrimonio ambientale, culturale, turistico, storico-urbanistico, architettonico ed enogastronomico del sistema delle Autonomie Locali italiane; far conoscere in Italia e nel mondo il patrimonio immateriale, la ricchezza di paesaggi e le qualità dei territori; sostenere in ambito internazionale le iniziative tese a valorizzare il patrimonio ambientale, culturale, turistico ed enogastronomico del sistema delle Autonomie Locali italiane; promuovere, attraverso le Associazioni di identità, territori ospitali impegnati a sviluppare unofferta turistica di qualità che si caratterizzi per accessibilità, ricettività, servizi ed eventi.

A tal fine, lAssociazione, tra laltro, può:

1. promuovere, nei territori, azioni di formazione, consulenza, sensibilizzazione, comunicazione in materia di identità/tipicità, nonché azioni di comunicazione e informazione presso lopinione pubblica mirate alla conoscenza dei territori, dei centri storici e delle tradizioni e dei saperi locali;

2. elaborare proposte di soluzione a problemi specifici del sistema delle Autonomie Locali italiane, inerenti il proprio oggetto sociale, da presentare alla classe politica ai diversi livelli e agli organismi istituzionali nazionali ed esteri;

3. incoraggiare e sviluppare studi e analisi finalizzati a favorire la conoscenza sui temi del marketing territoriale (promozione, tutela e valorizzazione delle identità/tipicità locali) e a supportare le amministrazioni nelle scelte decisionali in materia di sviluppo locale, turismo culturale ed enogastronomia di qualità;

4. favorire intese con istituti, associazioni, enti scientifici, culturali ed educativi, fondazioni e centri di ricerca e formazione, operanti sulle stesse tematiche in Italia e allestero”.

(dallo Statuto di Res Tipica)

.

________________

I valori

________________

.

C’è un minimo comune denominatore tra gli antichi borghi, tra i paesi, tra i piccoli Comuni d’Italia, un concetto, un ideale, un sentimento che nasce dalle macine dei frantoi, dal calore dei forni, dal colore delle coltivazioni, dall’esplosione rinascimentale dei frutti, dal mistero sacro d’ogni lavoro artigianale.

In questi centri l’operosità dell’uomo, la sua forza morale e spirituale, è scandita ogni giorno da una innata e naturale ricerca di equilibrio e di pienezza. E’ lo stupore del creato che quotidianamente rinasce nei semplici e perfetti gesti delle mani di chi con amore accudisce alla sua “terra”, di quelle mani tessitrici di un comune cammino di conoscenza che conduce alla bellezza.

La bellezza, ecco ciò che accomuna idealmente borghi, paesi e cittadine.

“Chi conosce la bellezza non può più dimenticare il suo significato” (Goethe), e il significato della bellezza è nascosto nelle singole identità di quella “cosa” cioè tipica di ogni luogo. E più un luogo può riconoscersi in una propria identità maggiormente può cogliere il senso profondo della bellezza. E’ una grazia che segue giorno dopo giorno tante storie di uomini e di donne che hanno scelto di dedicare il proprio sapere e la propria cultura all’esaltazione di sapori, di arte, di fragranze, perché tutti ne possano beneficiare. Perché tutti scoprano il profondo significato della bellezza affinché lo possano conservare.

La bellezza dell’identità è il significato di Res Tipica.

.

________________________________________________

Il Manifesto dei valori di Res Tipica

________________________________________________

.

Nel corso dell’assemblea di Bologna (19 ottobre 2012) Res Tipica ha rilanciato con le associazioni di identità la riflessione sul Manifesto dei Valori dell’Associazione: “una carta, frutto di un percorso di condivisione dei valori di riferimento che accomunano le associazioni d’identità – ha ricordato il presidente di Res Tipica, Fabrizio Montepara, nel corso dell’assemblea – che rappresenta, l’avvio di una nuova e diversa progettualità in diversi ambiti, dall’artigianato all’agroalimentare, fino alle diverse azioni di sensibilizzazione rivolte agli operatori pubblici e privati per sviluppare reti e filiere di qualità”.

Il Manifesto dei Valori rappresenta l’occasione per ribadire che l’appartenenza a Res Tipica comporta per tutti un forte impegno a fare sistema, così come è già avvenuto per quelle associazioni che hanno già approvato dei documenti analoghi o si accingono a farlo.

Il Manifesto

  • è un percorso di condivisione culturale, che prevede una adesione volontaria,
  • sintetizza e “materializza” la visione e la strategia di Res Tipica,
  • è un impegno che si rinnova,
  • prevede la partecipazione a dei momenti di sensibilizzazione e di formazione, che non si esauriscono nei due work shop di maggio 2012,
  • non richiede agli aderenti un impegno burocratico,
  • rappresenta un vantaggio in termini di comunicazione e di posizionamento per tutte le Associazioni aderenti.

Gli obiettivi dell’iniziativa

  • confermare il ruolo e la funzione di Res Tipica;
  • avviare un percorso che attribuisca un maggiore spirito di appartenenza alla rete Res Tipica;
  • definire criteri di adesione che diano una maggiore caratterizzazione delle realtà aderenti.

Il Manifesto dei Valori di Res Tipica

  • Per noi ogni visitatore è un residente (temporaneo),
  • da noi ogni attività commerciale è un luogo di relazioni,
  • ogni prodotto locale è una risorsa unica,
  • ogni ristorante è una finestra del territorio,
  • alberghi e bar sono luoghi di accoglienza, di incontro e conversazione, ma anche di relax e riposo,
  • le cantine sono presidi di tipicità,
  • itinerari e sentieri sono racconti del luogo,
  • ogni evento è un momento vero, pensato per essere piacevole, ed organizzato per essere memorabile,
  • le nostre città e i nostri borghi ti offrono uno stile di vita e di vacanza di qualità.

Affidabilità, qualità dei prodotti, professionalità, sostenibilità, legame con il territorio, trasparenza, sono i principi che guidano la nostra attività ed il nostro impegno.

I nostri valori:

  • affidabilità,
  • tipicità,
  • qualità dei prodotti,
  • professionalità
  • comunità,
  • autenticità,
  • sostenibilità durevole,
  • trasparenza,
  • filiera corta,
  • legame con il territorio.

leggi tutto il documento –> RES TIPICA VERSO IL MANIFESTO DEI VALORI

.

_____________________

La Struttura

_____________________

.

Presidente: Fabrizio Montepara, vice presidente Associazione Nazionale delle Città del Vino, sindaco di Orsogna (CH)

Vice Presidente Vicario: 
Rosario D’Acunto, presidente Associazione Nazionale Città della Nocciola, consigliere comunale di Giffoni Sei Casali (SA)

Vice Presidente: 
Enrico Lupi, Presidente Associazione Nazionale Città dell’Olio

Direttore: Luigina Di Liegro

__________________________

Ufficio di Presidenza

Fabrizio Montepara, presidente Associazione Nazionale Res Tipica

Rosario D’Acunto, vice presidente vicario Associazione Nazionale Res Tipica

Enrico Lupi, vicepresidente Associazione Nazionale Res Tipica

Claudio Serafini, presidente Associazione Città del Bio

Fiorello Primi, presidente Club I Borghi più belli d’Italia

Ferdinando Albano, presidente Associazione Nazionale Città delle Ciliegie

Maurizio Marchetti, presidente Associazione Città del Pane

________________________

Consiglio direttivo

Floriano Zambon, presidente Associazione Nazionale delle Città del Vino, Sindaco di Conegliano(TV)

Pierluigi Gilli, presidente Associazione delle Città dei Liquori, Rosoli e Spiriti d’Italia (Licor) e consigliere comunale di Saronno (VA)

Fiorello Primi, presidente Club I Borghi più Belli d’Italia

Pasqualino Emerito, presidente Associazione Nazionale Città della Bufala, sindaco di Cancello e Arnone (CE)

Nicola Alemanno, presidente Associazione Città dei Sapori, sindaco di Norcia(PG)

Ferdinando Albano, presidente Associazione Nazionale Città delle Ciliegie, consigliere comunale di Bracigliano (SA)

Rosario D’Acunto, presidente Associazione Nazionale Città della Nocciola, consigliere comunale di Giffoni Sei Casali (SA)

Candido De Angelis, presidente Associazione Nazionale Città del Pesce di Mare, consigliere comunale di Anzio(Rm)

Antonio Ferrentino, presidente Associazione Città del Bio

Ivo Poli, presidente Associazione Nazionale Città del Castagno

Enrico Lupi, presidente Associazione Nazionale Città dell’Olio

Fausto Tinti, coordinatore nazionale di Cittaslow, sindaco di Castel San Pietro Terme(BO)

Vincenzo Buccheri, presidente Associazione Nazionale Italiana Città del Miele, sindaco di Sortino (SR)

Enrico Boscagli, presidente Associazione Nazionale Città del Tartufo

Ivan Stomeo, presidente Associazione Borghi Autentici d’Italia, sindaco di Melpignano (LE)

Fulvio Gazzola, Presidente Associazione Paesi Bandiera Arancione, sindaco di Dolceacqua (IM)

Maurizio Marchetti, presidente Associazione Città del Pane, sindaco di Altopascio (LU)

Stefano Collina, presidente Associazione Italiana Città della Ceramica, Senatore della Repubblica

Paolo Malacarne, presidente Associazione Nazionale Città della Chianina

Alfonso Giannella, presidente Associazione Italiana Paesi Dipinti

Flavio Gabbarini, presidente Associazione Nazionale Città dell’Infiorata e Sindaco di Genzano di Roma(RM)

Fernanda Cecchini, presidente Associazione Nazionale Città del Tabacco, assessore all’Agricoltura Regione Umbria

Marcello Di Martino, presidente Associazione Nazionale Città delle Grotte, sindaco di Taranta Peligna (CH)

Gianmario Ferraris, presidente Associazione Nazionale delle Città del Riso

Enrico Pusceddu,  presidente Associazione Nazionale Città della Terra Cruda e Sindaco di Samassi(Ca)

.

_________________

Lo Statuto

_________________

.

Lo Statuto

leggi tutto il documento –> Res Tipica Statuto (21:10:09)

Il regolamento di adesione

leggi tutto il documento –> Res Tipica Regolamento di adesione