Città del Bio

stand

L’Associazione Città del Bio è stata istituita nel 2003 presso il Municipio della Città di Grugliasco (TO) con l’obiettivo di promuovere anche in Italia la “cultura del bio” e di valorizzare l’esperienza degli Enti Locali al riguardo. Riunisce in Italia quasi 250 Comuni e realtà territoriali. L’Associazione considera l’agricoltura biologica come un importante strumento di valorizzazione della produzione tipica e locale e del territorio, e promuove il rapporto diretto tra produttori e consumatori attraverso la filiera corta, difende la biodiversità con l’adozione di una varietà (vegetale o animale) a rischio d’estinzione. Insieme all’AIAB promuove il Progetto @agricenobio, che individua e sostiene iniziative di particolare valore per il recupero di varietà vegetali ed animali a rischio di estinzione e di sistemi di produzione storici di particolare pregio. Ha realizzato l’Osservatorio Bioristorazione scolastica, per censire e monitorare le esperienze di ristorazione scolastica con alimenti biologici. 
Tra gli eventi organizzati ogni anno: i concorsi Le forme del bio, Pecorini d’Italia, Biodivino, Il Maiale si fa Bio e MielinBio. Collabora all’organizzazione della Biodomenica che si svolge la 1° domenica di ottobre in diverse piazze d’Italia. 
Insieme all’Associazione dei Comuni Virtuosi, confluita nell’associazione, Città del Bio promuove il premio nazionale Comuni a 5 stelle: buone prassi per una decrescita felice per valorizzare i migliori progetti avviati dagli enti locali con il coinvolgimento dei cittadini nella gestione del territorio e dell’ambiente.

Carta delle Città del Bio

“Città del Bio” è un`associazione di Comuni, che unisce quanti condividono la scelta di promuovere l`agricoltura biologica intesa non solo nella sua accezione di “modello colturale”, ma soprattutto di “progetto culturale”.

“Città del Bio” vuole creare una forte sinergia tra realtà anche molto diverse tra loro (come ad esempio sono diversi i territori di produzione dalle aree urbanizzate), ma dalla cui relazione può emergere un forte impulso all`affermazione di scelte orientate alla conservazione dell`ambiente ed alla qualità della vita.

“Città del Bio” vuole creare un collegamento tra produzione e consumo, perché “mangiare è un atto agricolo” come dice Weldell Berry e la “nuova agricoltura” può nascere solo dall`incontro con i “consumatori”, che sono “co-produttori” a tutti gli effetti;

“Città del Bio” intende creare una rete la più ampia possibile tra i comuni che condividono questo programma, con l`intento di sviluppare progetti ed iniziative comuni.

___________________________

Associazione Città del Bio

Piazza Matteotti 50, 10195 Grugliasco (TO)

Tel +39(0)117808166

E-mail  info@cittadelbio.it

Internet www.cittadelbio.it

Presidente Antonio Ferrentino

Comuni associati: 183

Altri enti associati: 7


_________________________________________________

I Comuni aderenti all’Associazione Città del Bio

_________________________________________________

Gli altri enti associati

____________________________________
Le unioni dei Comuni aderenti
____________________________________

Comunità Montana dell’Oltrepò Pavese

  • Bagnaria (PV)
  • Borgo Priolo (PV)
  • Borgoratto Mormorolo (PV)
  • Brallo di Pregola (PV)
  • Cecima (PV)
  • Fortunago (PV)
  • Godiasco (PV)
  • Menconico (PV)
  • Montalto Pavese (PV)
  • Montesegale (PV)
  • Ponte Nizza (PV)
  • Rocca Susella (PV)
  • Romagnese (PV)
  • Ruino (PV)
  • Santa Margherita di Staffora (PV)
  • Val di Nizza (PV)
  • Valverde (PV)
  • Varzi (PV)
  • Zavattarello (PV)