Mostra la maiolica italiana dello storicismo

ceramicapiatto2

Fino al 20 maggio il Palazzo Ducale di Gubbio ospita la mostra “Giuseppe Magni e la maiolica italiana dello Storicismo”. Tra i maggiori rappresentanti di quella corrente ceramistica che prende il nome di “Storicismo” (caratterizzata dalla ripresa, in modo del tutto originale e non senza sperimentalismi, dei motivi decorativi e delle tecniche produttive della tradizione classico-rinascimentale), Magni (Gubbio, 1819-1917) ha dato vita ad una vera e propria scuola proseguita sino ai nostri giorni. La mostra, insieme alla collezione personale dell’autore, meritoriamente acquistata di recente dalla Fondazione Cassa di risparmio di Perugia ad integrazione del notevole materiale di proprietà dell’istituzione, presenta anche opere provenienti da collezioni pubbliche e private e manufatti realizzati in laboratori di fama nazionale, come Ginori di Doccia, Cantagalli di Firenze, Achille Farina di Faenza, Angelo Minghetti di Bologna, Molaroni di Pesaro, Pio Fabri di Roma. Si intende in tal modo offrire un ampio e articolato panorama di un periodo estremamente importante della produzione della ceramica di qualità. Prevalentemente influenzato da un gusto eclettico, con particolare predilezione per il neo-rinascimentale, l’artista non disdegnò il ricorso alla fotografia. Accanto alle sacre raffigurazioni, nei suoi lavori soggetti mitologici, allegorici, d’ispirazione letteraria convivono con ritratti di personaggi locali. Piatti e targhe sono, inoltre, decorati con motivi ornamentali d’impostazione classicheggiante, arabeschi e riferimenti fitomorfici e geometrici. http://polomusealeumbria.beniculturali.it/?page_id=3679

La manifestazione è occasione per visitare Gubbio http://www.comune.gubbio.pg.it/pagine/comune-gubbio-turismo-e-cultura